La Presentazione




Riferimenti bibliografici
  • (1)Il brano citato è consultabile in molteplici lingue e in varie versioni della Bibbia: cfr. Lc 2: 22-40
  • (2)cfr. Meditazioni per consacrate secolari , 477
Liturgia delle Ore
Seleziona il giorno di cui vuoi celebrare un'Ora:
Calendario liturgico
Seleziona l'anno:
Strumenti
Statistica
  • Data di prima pubblicazione sul Web:
    17 Marzo 2011

  • Data ultima modifica:
    2016-01-04 19:00

4° Mistero Gaudioso

La presentazione di Gesù al tempio

VERITÀ (che insegna la Chiesa)Giuseppe e Maria, nel tempo stabilito, portarono il loro bambino al tempio per compiere tutto quanto prescriveva la Legge del Signore sui primogeniti. Lì li accolsero i profeti Simeone ed Anna i quali, avendo riconosciuto nel bambino il Messia del Signore, furono invasi da una grande gioia poiché lo avevano atteso fin dalla loro giovinezza servendo Dio giorno e notte con digiuni e preghiere.(1)

per il brano completo cfr. Lc 2: 22-40


VIA (insegnamento morale, ascetico)
(2)Disciplina in noi stessi. Sappiamo che vi sono le tendenze spirituali e le tendenze carnali; vi è come una lotta nel nostro intimo. Allora è necessario che guidiamo noi stessi, con una disciplina ferma e con l'aiuto della grazia.

VITA (aiuto della grazia e virtù da esercitare)

Le intenzioni particolari che è possibile cogliere in "Verità" e "Via" ci portino sempre a considerare di quale aiuto della grazia abbiamo bisogno e qual è la virtù da esercitare. Ad ogni modo non tralasciamo di

pregare per i nostri cari defunti e per tutte le anime del Purgatorio.
Durante la recita delle Ave Maria ricordiamo il mistero con la Santissima Madre di Dio che serbava tutte queste cose nel suo cuore (cfr. Lc 2,51) (passando il cursore del mouse sul titolo 'Ave Maria' si visualizzerà la preghiera che contempla il mistero)

(Per ogni preghiera che reciti spunta le corrispondenti caselle di controllo; per leggere poi i testi delle preghiere passa con il mouse sui titoli)
Recita tutte le preghiere della coroncina e poi

prosegui con a destra il titolo della prossima pagina * La prudenza è l'occhio dello zelo