La Crocifissione




Riferimenti bibliografici
  • (1)Il brano citato è consultabile in molteplici lingue e in varie versioni della Bibbia: cfr. Marco 15:25-26,29-35,37-39
  • (2)cfr. Vademecum Alberioniano (Cinisello Balsamo 1992), 568
Liturgia delle Ore
Seleziona il giorno di cui vuoi celebrare un'Ora:
Calendario liturgico
Seleziona l'anno:
Strumenti
Statistica
  • Data di prima pubblicazione sul Web:
    30 maggio 2004

  • Data ultima modifica:
    2016-01-04 19:00

5° Mistero Doloroso

La crocifissione e morte di Gesù

VERITÀ (che insegna la Chiesa)Erano le nove del mattino quando lo crocifissero. E l'iscrizione con il motivo della condanna diceva: Il re dei Giudei. I passanti lo insultavano e, scuotendo il capo, esclamavano: «Ehi, tu che distruggi il tempio e lo riedifichi in tre giorni, salva te stesso scendendo dalla croce!». Ugualmente anche i sommi sacerdoti con gli scribi, facendosi beffe di lui, dicevano: «Ha salvato altri, non può salvare se stesso! Il Cristo, il re d'Israele, scenda ora dalla croce, perché vediamo e crediamo». Alle tre Gesù gridò con voce forte: Eloì, Eloì, lemà sabactàni?, che significa: Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato? E, dando un forte grido, spirò. Il velo del tempio si squarciò in due, dall'alto in basso. Allora il centurione che gli stava di fronte, vistolo spirare in quel modo, disse: «Veramente quest'uomo era Figlio di Dio!».(1)

per il brano completo cfr. Marco 15:25-26,29-35,37-39


VIA (insegnamento morale, ascetico)
Beato don Giacomo Alberione(2)«Tutto il nostro programma sia meditare Gesù Cristo ogni giorno: per conoscerlo sempre più, imitarlo sempre meglio, amarlo più intensamente».

VITA (aiuto della grazia e virtù da esercitare)

Le intenzioni particolari che è possibile cogliere in "Verità" e "Via" ci portino sempre a considerare di quale aiuto della grazia abbiamo bisogno e qual è la virtù da esercitare. Ad ogni modo non tralasciamo di

pregare per la Chiesa, per l'apostolato, perché il Padre mandi buoni operai alla sua messe; per ogni sacerdote, religioso, consacrato e credente perché sia un buon testimone della fede che professa; per tutti quelli che non credono e per tutti i peccatori.
Durante la recita delle Ave Maria ricordiamo il mistero con la Santissima Madre di Dio che serbava tutte queste cose nel suo cuore (cfr. Lc 2,51) (passando il cursore del mouse sul titolo 'Ave Maria' si visualizzerà la preghiera che contempla il mistero)

(Per ogni preghiera che reciti spunta le corrispondenti caselle di controllo; per leggere poi i testi delle preghiere passa con il mouse sui titoli)
Recita tutte le preghiere della coroncina e poi

scegli se concludere o proseguire con un'altra corona del Rosario:
concludi con a destra il titolo della prossima paginaLitanie Lauretane
oppure
prosegui con a destra il titolo della prossima pagina * Totale amore a Dio