Liturgia delle Ore
Seleziona il giorno di cui vuoi celebrare un'Ora:
Calendario liturgico
Seleziona l'anno:
Strumenti
Statistica
  • Data di prima pubblicazione sul Web:
    3 Maggio 2006

  • Data ultima modifica:
    2010-05-28 20:21


  • Il Rosario di Nicoletta D'Anna

    Misteri Guadiosi
    Misteri Luminosi
    Misteri Dolorosi
    Misteri Gloriosi

     

     

    Misteri Guadiosi

    1. Angelo di Dio che annunciasti la gioia alla dolcissima e giovane Maria, risveglia la nostra vita, annunciaci la letizia, la pace intima, la fede, la speranza di sperare nell’annuncio di un domani migliore. Donaci la gioia di sentire e sperimentare sempre la Tua presenza accanto a noi. Veglia su tutti i fidanzati e i giovani a cui chiedi un progetto di vita impegnativo e, spesso, difficile. Quando, poi, il domani sarà buio, concedici la forza di dire ugualmente: “Eccomi, sono la serva del Signore. Avvenga di me quello che hai detto”.

    2. Ti prego, oh mia amata Maria, visita ogni giorno la mia casa, come visitasti quella d’Elisabetta, portandovi aiuto, amicizia e, soprattutto, il frutto del Tuo grembo. Passa tra noi, fermati un po’ e portaci il Tuo esempio. Mio Dio, ti prego anche per tutti quelli che sono nella tristezza e nel dolore, perché avvicinandosi a Maria, ti sentano, come Elisabetta, “esultare in grembo”. Anch’io, come Maria, voglio per sempre lodare il mio Signore, per tutte le volte in cui ha fatto, in me, grandi cose che non speravo più.

    3. In questo Mistero ti prego, oh mio Signore, perché ogni giorno sia un nuovo giorno in cui Gesù Bambino rinasce per me. Stavolta, però voglio che Tu possa venire al mondo in un posto caldo, accogliente e comodo: il mio cuore. Fà che sappia accoglierti così, Re dell’universo.

    4. Oh mio Signore, ogni giorno presento a Te la mia vita e i miei progetti per purificarli ed offrirti il mio canto di lode perenne. Ti prego anche, oh Signore, perché nei momenti difficili della mia vita, ti possa ritrovare, come Maria, in un Tempio di pace e preghiera. Solo così, potrò dire, come Simeone: “Ora lascia oh Signore che il tuo servo vada in pace, perché i miei occhi hanno contemplato la Tua grandezza”.

    5. Oh Signore, tu ritrovi chi ti ha perso, chi ha smarrito la propria fede e il senso della propria vita. Il mondo intero ritrovi Te, unico vero Dio, e il Tempio santo della Chiesa, dove sedersi e ascoltare stupito la Tua parola.

     

    Misteri Luminosi

    1. Oh Signore, come per la lavanda dei piedi e per la croce, così per il Battesimo, Tu hai voluto prima sperimentarlo e mostrarlo a noi. Il Tuo esempio ci renda umili, nell’obbedienza alla Legge divina. La luce dello Spirito si posi su di noi, oh Signore. Ci illumini sempre, ci lavi e ci purifichi da ogni male. Fa, oh mio Signore, che io sappia sempre ascoltarti divenendo, così, “tua figlia prediletta nel quale Tu ti sei compiaciuto”.

    2. In questo mistero, ti prego di donarmi sempre, oh mio Signore, il vino della gioia, fino alla fine del mio banchetto di vita. Non voglio essere come il maestro di tavola che non si accorge della fine del vino buono. Fa che io, invece, capisca quando la mia fede vacilla e ho bisogno del Tuo intervento. Nella mia vita lascerò che Maria sia la mia “maestra di tavola” perfetta. Lei risolverà tutto e farà da intermediaria tra me e Te. Ricordati anche, oh Signore, di tutti coloro che aspettano un Tuo miracolo, per guarire e nel corpo e, soprattutto, nello spirito.

    3. Oh mio Signore che risani tutto ciò che tocchi, converti i cuori induriti e lontani da Te. Illumina quanti fanno del male a se stessi ed agli altri, coloro che offendono il Tuo sacratissimo nome, che non pregano mai, che non ti hanno mai ringraziato per tutti i tuoi doni e che hanno perso la fede, come si smarrisce un qualsiasi oggetto privo di valore.
      Illumina anche, oh Signore, tutti gli “uomini di buona volontà” che diffondono la Tua parola “fino agli estremi confini della terra”. Com’è bello, Signore, pensare che, dalla Tua sola presenza, duemila anni fa, oggi milioni di persone credono in Te e pregano la Tua mamma. La Vostra vita è stata simile ad un sasso lanciato nell’acqua il cui il movimento si allarga e si espande a vista d’occhio.

    4. Ti supplico, oh mio Signore, fa che la luce della Tua trasfigurazione inondi la mia vita e tutto il mio essere. Solo così, potrò, come Maria, riflettere la Tua luce ed illuminare gli altri che sono nel buio del peccato, della solitudine e della sofferenza. Oh Gesù, sii per tutti luce che illumina, riscalda e dona vita.

    5. Sia lodato ogni momento il nostro Dio nel Sacramento, oggi e sempre, per tutti i secoli! Il tuo corpo donato sia, oh Signore, sostegno della fede, della speranza e della carità. Sia il sole che guida noi giovani nelle scelte d’ogni giorno.

     

    Misteri Dolorosi

    1. Oh mio Signore, in questo Mistero, io voglio tenerti compagnia, in questo tuo momento di sofferenza nell’orto degli Ulivi ed asciugare il sangue che scende dalla Tua fronte. Donami la grazia di vegliare con Te instancabilmente, senza mai addormentarmi come i tuoi discepoli. Così anche Tu farai lo stesso con me, nell’ora della prova, del mio quotidiano Getsemani…. Il Getsemani dello scoraggiamento, della stanchezza più umana che esista. Quando, poi, non avrò più forza, pronunzia Tu, per me: “Non la mia, ma la Tua volontà”.

    2. In questo Mistero ti chiedo la grazia, mio Signore, di sostenermi quando sarò “flagellata” dai peccati, dai rimorsi, dai rimpianti, dalle ingiustizie del mondo e dei rapporti umani. Rincuora, oh Signore, tutti quelli che la vita “condanna” alla malattia, alla disperazione, alla povertà o al peccato. Allevia le sofferenze di quanti soffrono senza capirne il perché, accusando Te e perdendo la fede.

    3. Come Satana, nel deserto, ti aveva offerto di essere un Re, ricco e potente, così ora le guardie, deridendoti, ti coronano Re. Ti concedono uno “scettro”, un mantello ed una “corona”. Il regno che ti viene offerto, però, è senza amore, proprio come la società del nostro tempo. Il Tuo regno, invece, “non è di questo mondo”. Sostieni, oh mio Signore, tutti quelli che sono derisi, maltrattati, umiliati e “perseguitati a causa della giustizia”. Ricordati di quanti condividono le Tue spine nell’angoscia e nella sofferenza.
      Perdonami per tutte le spine che, ogni giorno, ho aggiunto alla Tua corona, preoccupandomi solo a parole della Tua immane sofferenza.

    4. In questo mistero, salgo con Te e Tua madre verso la croce, verso la fine…. Ti chiedo, oh mio Signore, di donarmi sempre un cireneo, pronto ad aiutarmi a portare la mia croce, nella stanchezza e nel sacrificio, quando non saprò più quale strada seguire per continuare il cammino. Fa, oh Signore, che anch’io sappia essere un buon cireneo, sempre pronto ad aiutare gli altri con amore, “caricandomi” delle loro croci…soltanto per amore. In cambio donami, oh Signore, di contemplare e conservare per sempre l’immagine del Tuo volto, come accadde alla Veronica.

    5. Anche adesso sono con Te, Gesù e con la Tua mamma, distrutta dal dolore. Ricordati di tutti coloro che, in questo momento, piangono i propri cari, dei nostri cari defunti e di tutti i morenti che si raccomandano alla Tua misericordia. A me dona la grazia di pentirmi di tutti i miei peccati come quel ladrone buono che ebbe in cambio, da Te, il Paradiso. Donami la grazia di essere, come l’amato Giovanni, sempre pronta sotto la croce di coloro che soffrono. Fa che, nel momento del dolore, la Vergine Madre sia accanto a me. Così sia, oh mio Signore, fino alla fine della mia vita “nelle Tue mani consegno il mio spirito”. Sono certa che Tu lo userai al meglio.

     

    Misteri Gloriosi

    1. La gioia della tua Risurrezione porti, ogni mattino, la primavera di Pasqua nel cuore dell’uomo. Come le pie donne, anch’io, oh Signore, trovo spesso delle pietre troppo pesanti da spostare, per entrare nel tuo sepolcro e trovarti. Sono le pietre della mia fatica e dei problemi quotidiani. Aiutami, Signore, a rimuoverle senza paura. Così, ogni giorno, mi rialzerò dalla notte del Getsemani e mi sentirò, con Te, risorta, rinata e felice.

    2. “Com’è bello per noi stare qui” con Te, oh Signore! Dall’alto dei cieli, veglia su di noi, sulle nostre famiglie e sul mondo intero che, ormai troppo spesso, dimentica di guardare “verso il cielo”, verso di Te… Attiraci tutti a Te, stringici forte e non permettere che niente e nessuno ci separi mai da Te. Nelle prove della vita, mi aggrapperò forte alla Corona della tua Mamma e, così, la mia barca non potrà mai affondare.

    3. Oh Maria, in questo Mistero, noi, Tuoi Apostoli, ci riuniamo con Te, nel cenacolo del nostro cuore, delle nostre famiglie, delle nostre parrocchie e del nostro lavoro. Oggi, con Te, invochiamo lo Spirito Santo, come allora…. Scenda Egli su di noi, ci illumini, ci guidi e ci renda sempre più simili a Te che, per prima, lo accogliesti nel Mistero dell’Annunciazione.

    4. Maria Assunta lassù in cielo guardi e protegga sempre noi che camminiamo quaggiù in terra e mi prepari un posto accanto a Lei che amo così tanto. Perché è proprio così, oh Madre: sei in cielo, invisibile ed irraggiungibile, eppure io ti sento così vicina: che pace………


    5. Maria, dolce Madre mia, Tu sei la regina di un regno che va dalla terra al cielo, unendo, così, i due vertici dell’universo, senza niente escludere, senza confini. Il Tuo regno, come quello del Tuo Figlio, “non è di questo mondo”. Oh Maria, magnifica e potente Regina degli Angeli e di tutti i Santi che sono esistiti ed esisteranno, inviaci questi tuoi santi “messaggeri” per proteggerci e donarci la pace. In questo Mistero, ti prego specialmente la grazia di poterti, un giorno, vedere e contemplare da vicino, in Paradiso, per sempre.